Piano d’azione

Gli ISTITUTI DI SOCIOLOGIA e di METODOLOGIA PEDAGOGICA hanno lavorato insieme in questi anni sia per avere in comune lo stesso direttore, sia per elaborare un piano formativo-didattico per il Curricolo di Pedagogia sociale, di cui sono corresponsabili. Questo impegno ha assorbito gran parte delle forze dei 2 istituti, soprattutto dei docenti in attività.

Un campo che contraddistingue questi 2 istituti è la presenza sul territorio. Aspetto che stiamo curando sia con i contatti con centri che svolgono attività cui siamo interessati, sia coinvolgendoli in proposte e attività, rivolte sia ad allievi che a personale esterno.

Tutto questo trova la sua espressione anche nelle pubblicazioni di cui siamo autori e in cui rendiamo conto delle ricerche e delle attività fatte.

Attività in previsione per quest’anno

Il primo e più grande impegno di quest’anno consisterà nel dare continuità e applicazione alla trasformazione avvenuta nel curricolo. Innanzitutto cercheremo di dare progressiva attuazione ai nuovi percorsi e discipline previste nel nuovo curricolo. Ciò richiede molta prudenza e oculatezza nel mettere in atto quanto previsto dai programmi, in modo da adattare progressivamente i piani di studio alla nuova situazione, senza troppi scossoni per gli allievi, soprattutto per quelli che si trovano nella fase di transizione.  Ciò richiederà almeno 2-3 anni di assestamento per attuare le nuove disposizioni, per avere docenti preparati ad insegnare le nuove discipline proposte e per avere spazi di applicazione dei nuovi tipi di professionalità (tirocini, esercitazioni, laboratori, ecc.). Sarà opportuno valutare bene quale sia il momento migliore per l’avvio di nuovi corsi per i nuovi indirizzi: in base al numero di allievi che ne farà richiesta e alla qualità dell’offerta formativa. Inoltre bisognerà tener conto della gestibilità del tutto all’interno dell’UPS. Perciò anche l’avvio sarà fatto gradualmente e valutando bene opportunità e rischi.

In secondo luogo questo richiederà anche una trasformazione nella mentalità dei docenti e nella loro didattica. Sarà necessario studiare una metodologia e una didattica più adatte a questo tipo di allievi: che rispondano sia agli obiettivi del curricolo, ma anche ai mutamenti in atto tra le nuove generazioni … Le metodologie adottate dovrebbero rendere più attraente e funzionale il nuovo corso avviato.

Inoltre i 2 istituti hanno deciso di avviare una riflessione approfondita sul significato dell’Educatore e pedagogista nel sociale e sulle sue prospettive future. In particolare interessa fin dall’inizio individuare su quali basi teoriche e paradigmatiche muoversi. Le sollecitazioni venute dal prof. Donati nelle Giornate di Facoltà (2019) ci interessano e possono aprire una strada di riflessione che intendiamo proseguire. Per questo proporremo una serie di incontri quindicinali che non abbiano solo lo scopo di fare programmazione, ma anche per una riflessione teorico-pratica sulla funzione e sulla natura del nostro lavoro.

A questa riflessione intendiamo associare, oltre ai colleghi che lo desiderano, anche rappresentanti del Curricolo di Pedagogia sociale delle IUS a noi collegate. Intendiamo proporre tre incontri all’anno tra docenti delle IUS, per discutere insieme sulla figura dell’Educatore e del Pedagogista, sui progetti e programmi comuni o condivisibili, sulle iniziative cui si può aderire o fare insieme. Il tutto tenendo presente anche la neonata AIEP, che è da far decollare nelle varie regioni per arrivare ad un comitato nazionale che abbia un certo peso e sia capace di rappresentare efficacemente le nostre esigenze e far presenti i nostri interessi a livello nazionale, sia politico che culturale. Inoltre dovrà cercare di curare i contatti con le altre Associazioni Nazionali di categoria (in modo particolare l’ANPE). Per questo dobbiamo rendere consapevoli i nostri allievi del valore e del significato del titolo acquisito, riprendere i contatti con gli ex-allievi della FSE ed invogliarli a iscriversi all’Associazione per avere una rappresentanza significativa anche in termini numerici e soprattutto per fornire loro uno strumento che li coordini, li faccia sentire appartenenti a questa università anche in termini di valori e di scelte e li tenga aggiornati sui progressi scientifici e sul dibattitto politico in atto.

Un altro punto che ci interessa molto e che costituirà una delle linee di sviluppo futuro sarà quello di fornire i nostri allievi di strumenti adeguati a inserirsi nel mondo del lavoro. Per questo pensiamo a conferenze, seminari, corsi di perfezionamento da offrire loro sia durante sia soprattutto dopo il baccalaureato e la licenza. Per questo già la prof.ssa Busnelli con una sua équipe sta offrendo dei corsi di “formazione dei formatori”, come pure ha avviato quest’anno una prima esperienza di “avvio alla professionalità”. È pure in atto un corso di avvio alla LIS, richiesto dai nostri stessi allievi e coordinato dalla docente Claudia Giorgini. Siamo inoltre in trattativa con l’Associazione “Salesiani per il sociale” del CNOS per un corso di Alta Specializzazione in “Organizzazione e gestione di centri e servizi del terzo settore” cui invitare membri della loro associazione e nostri allievi.

Intendiamo pubblicizzare al meglio il nuovo curricolo, con tutte le sue possibilità e potenzialità: farlo conoscere ed apprezzare nelle scuole del territorio, mettere in luce gli aspetti convenienti di questo curricolo, in modo che risulti appetibile agli studenti che terminano la scuola superiore e lo sentano come una meta di valore, che merita tutta la loro attenzione e che offre, tra l’altro, possibilità di occupazione immediata. Andranno anche riviste con maggior attenzione alcune procedure di ammissione al secondo ciclo del Curricolo.

Andrà fatta un’accurata ricerca e cernita di personale da invitare o da formare tra i nostri allievi più promettenti in vista dell’ampliamento del nostro curricolo. Va tenuto conto che non si profila all’orizzonte la possibilità di avere un numero adeguato di salesiani competenti o disposti a formarsi in questo campo. L’unica soluzione che vediamo praticabile è rivolgersi a docenti che condividano la nostra linea pedagogica e antropologica. Per questo l’ideale sarebbe di preparare docenti che siano cresciuti in questa università e quindi condividano i nostri valori e le nostre scelte pedagogiche. Sarà perciò necessario formare laici, eventualmente anche con compiti gestionali, se non di dirigenza. Questo ci impegna anche da punto di vista economico. …

Nel discorso del personale non bisogna dimenticare che tra l’anno scorso e quest’anno sono arrivati 2 dottorandi che dovrebbero entrare nell’Istituto di Sociologia: Christophe Tchawo (che sta frequentando il III anno di dottorato in Sociologia della Religione alla Gregoriana) e Didier Tapsoba (arrivato l’anno scorso che sta preparando una tesi sul clima scolastico in alcune scuole dell’Africa in vista del suo inserimento nella sociologia dell’Educazione e dell’Istruzione). Entrambi risiedono qui all’UPS. Di questi l’Istituto di Sociologia sta prendendo particolarmente a cuore la formazione ed il buon inserimento nell’ambiente universitario.

Per le ricerche stanno continuando e perfezionandosi i contatti con il Comune di Roma per quanto riguarda una ricerca insieme con la Sapienza sulla Dispersione scolastica a Roma. Il problema più grosso è il riconoscimento della nostra università dal punto di vista legale ed amministrativo. Si auspica un rapido riconoscimento dell’Associazione “Pro-Universitate” come ente titolare di ricerca. Questa ricerca è seguita in particolare dalla prof.ssa M. D’ambrosio, che sta formando anche il personale per eseguire materialmente la ricerca, mentre per la raccolta ed elaborazione dei dati ci si potrebbe servire della nostra piattaforma elettronica di rilevazione.

Continua la collaborazione con i membri emeriti, i proff. Guglielmo Malizia, Renato Mion.

RICERCHE

G. Malizia: dirigerà la decima edizione del monitoraggio promosso dalla Sede Nazionale della Federazione CNOS-FAP con lo scopo di verificare la condizione degli ex-allievi a un anno dalla qualifica o dal diploma. Nel 2020 finalmente si dovrebbe riuscire a coinvolgere anche i qualificati e i diplomati a tre anni dal titolo.

M. d’Ambrosio: in collaborazione con l’équipe di terapia familiare del CPPed Progetto di Ricerca-intervento: “Il primo amore non si scorda mai. Ricerca-intervento sull’Affettività nel Ciclo di Vita. Studio pilota nella scuola secondaria di primo grado”.

M. d’Ambrosio in collaborazione con l’équipe dell’Istituto di Metodologia Pedagogica: Direzione scientifica della ricerca e azione di accompagnamento al Progetto-Ponte avviato da Roma Capitale – Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici – sulla Lotta alla dispersione scolastica nelle realtà scolastiche romane. Facendo seguito alla fase di costruzione dell’intero impianto metodologico si procede alla raccolta dati.

A. Farina: Ricerca relativa sulla «Dispersione scolastica a Roma, VII Municipio» elaborata in occasione della Tavola Rotonda svoltasi a Roma in data 21 maggio 2018 dal titolo: «Tutti presenti! Dalla dispersione all’inclusione».

G. Vettorato (in collaborazione con la prof.ssa dell’Auxilium sr. Maria Teresa Spiga) Terminare la riflessione sulla ricerca Survey mondiale su «Le rappresentazioni dei salesiani (SdB-FMA) sui giovani di cui si occupano».

SEMINARI O CONVEGNI

A. Farina: Relatore e moderatore alla presentazione del libro del Prof. Malizia Politiche Educative di Istruzione e formazione. Tra descolarizzazione e riscolarizzazione. La Dimensione Internazionale (Roma, 11 novembre 2019).

– Organizzazione del convegno su Il percorso della giustizia riparativa nel procedimento penale minorile – Dialogo a più voci (Roma, 20 novembre 2019).

– Organizzazione del convegno su Il percorso della giustizia riparativa nel procedimento penale minorile – Dialogo a più voci (Cagliari, 12 dicembre 2019).

– Organizzazione convegno sulla Dispersione scolastica: percorsi di inclusione (Roma, maggio 2020).

A. Zampetti: Organizzazione del convegno preliminare alla firma del Patto educativo globale – We are – We share – We care. Generazioni a confronto per una alleanza educativa (Città dei Ragazzi, 22 febbraio 2020) in collaborazione con FSE UPS e FSE Auxilium.

– Organizzazione del convegno preliminare alla firma del Patto educativo globale – Percorsi di cittadinanza. Dall’esclusione all’inclusione (Città dei Ragazzi,24 marzo 2020) in collaborazione con il Dicastero per lo sviluppo umano integrale, Congregazione per l’Educazione Cattolica, Caritas Roma, Associazione Centro Astalli, Migrantes nazionale, ASCS (Scalabriniani), Comunità di Sant’Egidio.

– Coordinamento del Tavolo interdicasteriale (incontri seminariali bimestrali) costituito da: Dicastero per lo sviluppo umano integrale, Congregazione per l’Educazione Cattolica, Caritas Roma, Associazione Centro Astalli, Migrantes nazionale, ASCS (Scalabriniani), Comunità di Sant’Egidio, Opera Nazionale per le città dei ragazzi e A chance in life.

– Convegno sull’economia circolare (giugno 2020) in collaborazione con il Tavolo interdicasteriale e Legambiente.

Vettorato-Zampetti-Farina: Seminario in marzo in collaborazione con SCS sul tema delle povertà educative.

CONSULENZE E COLLABORAZIONI

  • Tutti i membri dell’Istituto di Sociologia e di Metodologia pedagogica collaborano con la Rivista Rassegna-CNOS e con Orientamenti Pedagogici.
  • Continua la collaborazione con il CNOS/FAP e CIOFS-FP – Sedi Nazionali e Delegazioni regionali (G. Malizia, R. Mion, G. Vettorato).
  • Continua la collaborazione con SCS/CNOS (Busnelli, Cursi, Farina, Vettorato, Zampetti).
  • Busnelli Francesca
  • lezioni presso l’Auxilium (3 docenze): metodologia della progettazione sociale ed educativa/lavoro di rete/ organizzazione e valutazione dei servizi,
  • consulenza Ispettoria triveneta FMA,
  • corsi Ispettoria meridionale FMA,
  • corsi Econome nazionali FMA,
  • consulenze CIOFS scuola,
  • consulenze CIOFS Fp,
  • supervisione SOS adolescenti borgo ragazzi don Bosco,
  • gestione Assemblea Suore Francescane dei Poveri,
  • facilitazione Capitolo Istituto suore Serve di Maria Riparatrici,
  • membro consiglio direttivo Movimento Apostolico ciechi,
  • membro gruppi di lavoro esperti Pastorale sociale e del Lavoro CEI,
  • Scuola Formazione formatori UPS.
  • Cursi Giancarlo
  • Centro Nazionale del Volontariato – Comitato Scientifico e promozione eventi formativi e culturali.
  • CISL Italia – Formazione: Contributo alla formazione nazionale dei giovani sindacalisti.
  • Fondazione Di Vincenzo – Polo di Eccellenza Mario e Luigi Sturzo – Consulente esperto per programmi sulla post-detenzione e l’inserimento socio-lavorativo (Diocesi di Caltagirone e Piazza Armerina).
  • Associazione ArcoIris – Roma – Formazione del Volontariato in supporto dei bambini degenti al Bambin Gesù e alle loro famiglie.
  • Associazione Aid & Service (Pechino) – Progetto Formativo e di Sviluppo per l’Associazionismo di Promozione Sociale ed Educativa del distretto di Yanqing (Comune di Pechino, con Busnelli).
  • IusTo – Corso di Metodologia Pedagogica e sistema preventivo: moduli di metodologia.
  • Università Cattolica Ucraina – Leopoli – Progettazione e organizzazione di un seminario sulla promozione della prosocialità delle famiglie in Ucraina.
  • SCS-CNOS – Consulenza nei progetti europei Erasmus plus sul potenziamento di Operatori e destinatari di servizi socio-educativi in Francia, Belgio, Romania e Italia.
  • SCS-CNOS – Consulenza progettuale e conduzione, nel programma di formazione dei giovani in Servizio Civile per l’Italia e per l’Estero.
  • Congregazioni Religiose – Collaborazioni per programmi vocazionali e per la redazione di progetti Educativi di servizi per minorenni, disabili e donne vittime di tratta e di violenza: Italia, Romania e Moldavia.
  • Ispettoria Salesiana Italia Circoscrizione Centrale – consulenze e accompagnamento ad opere salesiane per la programmazione partecipata nella redazione dei Piani Educativi Pastorali pluriennali.
  • Ispettoria Salesiana Italia Circoscrizione Centrale – consulenze e accompagnamento per la ridefinizione progettuale di Comunità Terapeutiche.
  • Caritas Diocesana di Roma: Supervisione Pedagogica delle Case Famiglia per Persone con HIV.
  • Conferenza Episcopale della Sicilia: progettazione della formazione degli animatori pastorali del Progetto Policoro CEI.
  • D’Ambrosio Marialibera
  • Responsabile del Servizio di psico-terapia familiare coppie e bambini della coop. SALES presso il CPPed-UPS, con relativa attività di supervisione per i tirocinanti provenienti dalle scuole di specializzazione ATF – Accademia di Terapia della Famiglia – e IIPR – Istituto Italiano di Psicoterapia Relazionale.
  • Membro del Tavolo di Lavoro per il Contrasto alla Dispersione Scolastica.
  • Farina Andrea
  • Istituto di Catechetica
  • Comitato Interfacoltà di Ricerca (ora UPS-Q Ufficio Di Valutazione, Ricerca e Qualità)
  • CIRCOSCRIZIONE SALESIANA CENTRALE: attraverso l’OSSERVATORIO SALESIANO PER I DIRITTI DEI MINORI (nella qualità di coordinatore) start up che si propone di portare avanti in Italia e in Europa azioni di advocacy in favore dei minori. È stato creato un apposito sito: https://minorididiritto.org. Da queste attività si ipotizza la nascita di servizi e l’ipotesi di strutturare master o seminari.
  • È membro dell’OSSERVATORIO INTERNAZIONALE DELLA GIOVENTÙ.
  • Collaborazione con il CNOS/SCS (Sede Nazionale e Regionale).
  • Avvocato e Consulente legale Circoscrizione Salesiana Centrale.
  • Avvocato e Consulente legale “Star S.p.a “, Alessandria di cui è anche membro del CDA.
  • Avvocato e Consulente legale Movimento Famiglie Affidatarie, “Borgo Ragazzi Don Bosco”.
  • Coordinatore sportello legale per la tutela penale dei minori “Borgo Ragazzi Don Bosco”, Roma.
  • Direttore Scuola di Formazione Socio-Politica Santa Maria della Speranza.
  • Collaboratore Scuola di Formazione socio-politica. Diocesi di Faenza-Modigliana.
  • Progetto UNICEF “La Perla” per la tutela legale dei minori stranieri non accompagnati.
  • Progetto Regione Lazio “In transito” percorsi di integrazione per stranieri maggiorenni – tutela legale.
  • Giorgini Claudia
  • Pedagogista presso l’APS “Guscio di Noce”.
  • Consulenza e collaborazione presso l’Ufficio Catechistico Nazionale della CEI settore disabili.
  • Responsabile della progettazione e direzione didattica del corso di sensibilizzazione in Lingua dei Segni Italiana (LIS).
  • Malizia Guglielmo
  • continua la sua collaborazione con il Centro Studi per la Scuola Cattolica della CEI, del cui Comitato Tecnico-Scientifico è Membro.
  • È membro del Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica della CEI.
  • È Condirettore della rivista “Rassegna CNOS”.
  • È membro dell’“editorial advisory board” della rivista “International Studies in Catholic Education”.
  • È Consulente della Presidenza Nazionale del CNOS-FAP.
  • È’ Coordinatore della Collana «Italia-Cina Educazione» della LAS.
  • Zampetti Andrea
  • Coordinamento del tavolo interdicasteriale (CEC + Sviluppo umano integrale).
  • Collaborazione con la Sezione Migranti e rifugiati del Dicastero per lo sviluppo umano integrale.
  • Collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura.
  • Direttore del progetto Percorsi di cittadinanza in collaborazione con i dicasteri dell’educazione cattolica e dello sviluppo umano integrale e l’Opera nazionale per le città dei ragazzi.
  • Università di Tor Vergata (Scuola IaD) – Docente nel Master in Agricoltura sociale (Prima edizione in chiusura e nuova edizione in apertura in questo Anno Accademico).
  • Supervisore metodologico presso strutture residenziali per minori.
  • Formatore coordinamento nazionale SCS.
  • Supervisore dell’ufficio progettazione della Coop. Il Cammino.

PUBBLICAZIONI

  • Busnelli F., Orientamento in uscita per gli studenti dell’Università
  • Busnelli F., Consulenza per le organizzazioni a valenza educativa: dalle persone, all’équipe, all’organizzazione
  • D’Ambrosio M., dispensa di metodologia pedagogica familiare Come l’educatore incontra la famiglia. Rassegna critica di metodi interdisciplinari per la lettura e la costruzione di alleanze educative tra educatore e famiglia. dicembre 2019
  • D’Ambrosio M., “Prospettive emergenti e opportunità di crescita collettiva”, nel volume a cura di Pasqualetti e Sammarco L’Educazione: la rivoluzione possibile. Forthcoming in gennaio 2020. Il capitolo è frutto della collaborazione alla ricerca sulle proposte educative dell’Ass.ne Nessun Luogo è Lontano in alcune periferie romane promossa dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’UPS e dalla stessa l’Associazione.
  • D’Ambrosio M., Il valore di una formazione riflessiva permanente nelle professioni d’aiuto in Orientamenti Pedagogici. gennaio 2020
  • D’Ambrosio M. – Zampetti A., Alleanza scuola famiglia, gennaio 2020
  • D’Ambrosio M., attività di referee recensione di libri sui temi della famiglia e dell’educazione per la prima infanzia per la rivista Orientamenti Pedagogici
  • Farina A. – L’Osservatorio Salesiano per i diritti dei minori. Prime riflessioni a margine di una nuova realtà, Rassegna CNOS, dicembre 2019
  • Farina A., Educare ai diritti con il cuore di Don Bosco in “Il Mondopossibile” (2019), 58, 8 – 11
  • Farina A., Il diritto minorile, (LAS o Giappichelli)
  • Farina A, Commento alle linee guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili,Dossier NPG
  • Giorgini C., L’inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità. L’esperienza dell’Associazione di Promozione Sociale “Guscio di Noce” (titolo provvisorio), su Orientamenti Pedagogici
  • Giorgini C., Murolo S. e Salvitti P., I gruppi di accompagnamento dei siblings (titolo provvisorio), su Inclusione scolastica e sociale della Erickson
  • Giorgini C., Lavoro e disabilità. L’esperienza italiana (titolo provvisorio), LAS.
  • Giorgini C., recensioni e segnalazioni su OP inerenti al settore della disabilità
  • Gonzalez Quintero Jaime: temi di ricerca:
    1.         La condizione giovanile in Italia
    2.         Giovani e lavoro…. In Italia ed Europa
    3.         Il Pianeta “Neet” in Italia
    4.         Volontariato e giovani.
    5.         Giovani e mezzi di comunicazione
    6.         Mobilità e immigrazione giovanile
  • Malizia G., Politiche educative di istruzione e di formazione. La dimensione internazionale, Milano, FrancoAngeli, 2019
  • Malizia G., La Leadership Educativa di una Scuola/Centro, su Rassegna Cnos. Ottobre 2019
  • Malizia G. – F. Gentile, Il Successo Formativo degli Allievi del CNOS-FAP Qualificati e Diplomati nel 2017–18”, su Rassegna Cnos febbraio 2020
  • Malizia G – Nanni C., Il Diritto all’Educazione per Tutti nel Mondo e in Italia. A Settant’anni dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, in Orientamenti pedagogici, numero 4 del 2019
  • Malizia G. et alii, “Editoriali”, su Rassegna Cnos del n. 3 del 2019 e dei nn. 1 e 2 del 2020.
  • Mion: 3 articoli per Rassegna CNOS su: la situazione italiana, i giovani, la famiglia.
  • Vettorato: “Punti di forza e criticità (SWOT) dell’Associazione Nessun Luogo è Lontano” nel volume a cura di Pasqualetti e Sammarco L’Educazione: la rivoluzione possibile. Forthcoming in gennaio 2020.
  • Vettorato: The Rising of Youth Cultures, capitolo del libro che raccoglie gli atti delSeminario di Studio: «Transdisciplinarità e Youth Studies» tenuto all’UPS il 27-28 maggio 2019 (in preparazione).
  • Vettorato: Generazione NEET, articolo per la rivista “Giovani e comunità locali” (in preparazione).  
  • Vettorato: Biodanza: un paradigma educativo per la pienezza dell’essere, articolo per OP (in preparazione).
  • Mion, Romeo, Sandoval, Vettorato: Per una sociologia della gioventù (titolo provvisorio, in preparazione).
  • Zampetti A., Il metodo dell’autogoverno. Una riflessione pedagogico-sociale, in Orientamenti pedagogici
  • Zampetti A., Atti dei convegni sul Patto educativo
  • Zampetti A, Prima bozza del libro per i corsi di Pedagogia sociale e Animazione socioculturale

Previsione della valutazione dell’operato dall’Istituto

Ci ritroveremo alla fine di ogni semestre per valutare l’operato e riprogrammare l’attività.